Stitichezza sintomi errori ed un rimedio

In quest’articolo spiegheremo quali sono i rimedi per combattere la stitichezza, ma prima di tutto parleremo dei sintomi che essa comporta, perché si verifica, come cercare di evacure e quali sono gli errori che bisogna assolutamente evitare.

Spesso accade che quando non riusciamo ad andare in bagno non ci soffermiamo sul perchè succeda, ma ci limitiamo a prendere subito farmaci per eliminare il problema.

Secondo alcune ricerche un soggetto può andare in bagno in un intervallo di tempo che lo porta a defecare dalle tre volte al giorno fino ad una volta ogni due giorni. Si può parlare di stitichezza dunque solo quando defechiamo dopo tre giorni circa, ed è quello il momento di agire contro la stipsi.

Prima di dire ad altri “io soffro di stitichezza” è opportuno capire se è stato solo un episodio o realmente si soffra di questo problema. I sintomi che bisogna osservare sono : dolore a un fianco, fare urina schiumosa, avere dolori, prurito o bruciore all’ano, ancora feci durette, continui dolori allo stomaco e infine poca fame.

Molti soggetti che soffrono di stitichezza, si interrogano sul motivo per il quali avviene questo problema. Le cause possono essere sia mentali che fisiche. La stitichezza cronica o improvvisa è dato dal malfunzionamento del processo che vede il cibo di transito nel colon non avere la giusta motilità.

Per alcuni può risultare ridicolo, ma la postura per defecare è molto importante, innanzitutto mai trattenersi nel momento dello stimolo, ma bisogna correre subito in bagno. Trattenersi può portare a soffrire di stitichezza anche soggetti che in realtà non ne hanno mai sofferto.

Per molti soggetti è normale cercare di spingere le feci ma è un errore, perchè è stesso l’intestino che appena avverte lo stimolo di espellere le feci, lo fa automaticamente. Basta sedersi con una postura giusta e tutto avviene in modo naturale, lo spingere può indurre alla comparsa di ragadi ed emorroidi, rischiando solo di aggiungere altra sofferenza nel evacuazione delle feci.

Un’altro errore da evitare è quello di bloccare la respirazione nel momento in cui si sta defecando e di spingere le feci, inceve cercate di respirare in modo rilassato, vedrete che andrà meglio.

Un rimedio naturale alla stitichezza è l’ olio d’oliva. Esso infatti aiuta l’intestino nel passaggio dei cibi nel tratto intestinale, agevolandone il movimento e regolandone la quantità di liquidi. Si consiglia di assumere regolarmente ogni giorno l’olio d’oliva, la mattina a stomaco vuoto magari aggiungendo gocce di limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *