Prestito Inpdap – Il prestito pluriennale garantito

Prestiti Pluriennali Inpdap

Tutti i dipendenti pubblici – ma anche i pensionati della pubblica amministrazione e le loro famiglie – che abbiano bisogno di un finanziamento di importo non eccessivamente rilevante, possono accedere al prestito Inpdap richiedendolo al proprio ente o alle varie società finanziarie convenzionate, con risposta immediata, ottenendo denaro per scopi personali. Naturalmente, i prestiti Inpdap ai dipendenti pubblici vengono concessi solo se questi risultano iscritti alla Gestione Unitaria Autonoma delle Prestazioni Creditizie e Sociali, a cui fa capo il fondo Inpdap che eroga fisicamente i prestiti.

I prestiti Inpdap si suddividono in tre tipologie: il piccolo prestito, il prestito pluriennale diretto e il prestito pluriennale garantito. Il primo è un normale prestito personale non finalizzato e non necessita quindi di alcuna giustificazione della spesa che si andrà ad effettuare; gli importi erogabili e la durata del prestito sono comunque ridotti. Il prestito pluriennale diretto è invece un prestito finalizzato – rientrante nella categoria dei prestiti pluriennali Inpdap – e per poterne usufruire bisogna documentare le spese che si andranno a sostenere. In questa sede vogliamo approfondire l’altra tipologia di prestiti pluriennali Inpdap, che per caratteristiche e finalità può essere posta a metà strada fra le due appena descritte: stiamo parlando dei prestiti garantiti Inpdap.

Cosa sono i prestiti garantiti Inpdap

Come già anticipato, il prestito garantito Inpdap è un prestito pluriennale, restituibile anche in 10 anni tramite la più comoda forma di rimborso prevista: la cessione del quinto dello stipendio. Tra i prestiti Inpdap ai dipendenti pubblici, questa è senza dubbio la soluzione più pratica e conveniente: I tempi di erogazione sono brevi, le modalità di rimborso sono semplici e il richiedente non avrà l’obbligo di giustificare alcuna spesa, utilizzando il denaro ricevuto a propria discrezione.

Quali sono i requisiti per accedere ai prestiti garantiti

Possono richiedere un prestito garantito Inpdap tutti i dipendenti pubblici iscritti alla Gestione Unitaria Autonoma delle Prestazioni Creditizie e Sociali e tutti i pensionati della pubblica amministrazione, questi ultimi senza obbligo di iscrizione al Fondo di Gestione. Requisito fondamentale per richiedere un prestito di questo tipo è quello di possedere un’anzianità lavorativa in corso di minimo quattro anni.

Durata del prestito e Importi erogati

Come già anticipato, i prestiti garantiti Inpdap sono pluriennali, pertanto la loro durata può variare da 5 a10 anni. È vero, 10 anni non sono certo una vita intera, ma se si considera che il Piccolo Prestito Inpdap (PP) può essere rimborsato fino a soli 4 anni, è chiaro che un prestito garantito risulta essere più … di lunga durata, e anche i tassi d’interesse sono più vantaggiosi prendendo in considerazione il lungo periodo.

Per quanto riguarda, invece, gli importi erogabili dall’Ente, non esiste un limite massimo e minimo, almeno in linea generale. La somma erogabile viene infatti stabilita in base allo stipendio percepito dal richiedente, nella misura in cui il totale dello stipendio mensile servirà per il calcolo della rata da trattenere sullo stipendio stesso.

In altre parole, la somma richiesta nel prestito pluriennale garantito Inpdap, viene calcolata a partire da una cifra possibile di una rata mensile – tale cifra non dovrà comunque essere superiore a un quinto dello stipendio, cioè al 20% del totale percepito in busta paga. Il valore stabilito andrà moltiplicato per il numero delle rate richieste, tenendo presente che nella rata mensile saranno comprese le spese di amministrazione, su cui viene calcolato il famoso TAEG, e la penale per eventuale insolvenza del debitore. Il totale ottenuto sarà la somma massima richiedibile.

Tabelle Prestiti Inpdap

Le tabelle prestiti Inpdap sono un valido aiuto per comprendere il significato dei calcoli appena descritti. Esse servono per orientare il richiedente sulla durata e gli importi dei prestiti richiesti all’Inpdap, fornendo in particolare dettagli relativi ai vari tassi d’interesse calcolati in base alla durata del prestito, nonché caratteristiche del richiedente (età, anzianità lavorativa ecc…).

Presentazione della domanda e Tempistiche

Il prestito garantito Inpdap deve essere richiesto presentando un’apposita domanda presso gli uffici di competenza, corredata di tutta la documentazione richiesta. Dopo i controlli di routine, il prestito viene erogato generalmente entro 30 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta all’Inpdap. Non è possibile chiedere nuovamente un prestito garantito se non sono trascorsi almeno 2 anni da una richiesta di prestito quinquennale e 4 anni da un prestito garantito decennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *